Messaggi e segni Dal Cielo Alla Terra
Pubblicato il 20 Giugno 2024
Pubblicato il 20 Giugno 2024

Emmanuel Mouriño ci parla di Giorgio Bongiovanni

In questa intervista “Messaggi e Segni dal Cielo alla Terra” dello scorso giovedì 13 Giugno 2024, abbiamo potuto ascoltare un’importante testimonianza di uno dei responsabili del nostro gruppo spirituale in Spagna: Emmanuel Mouriño, sulla divulgazione del fenomeno extraterrestre nella sua interezza, sostenendone la causa più profonda che è associata al concetto di visita di Esseri provenienti da altri mondi, su cui oggi vi è molta confusione.

Il digital content creator Adrián Martínez di Jerez della Frontera, conduttore del programma “La Noche Infinita”, ha aperto l’intervista, un podcast che tutti noi fratelli e ascoltatori abbiamo potuto apprezzare moltissimo.

Emmanuel, avendo assistito all’apparizione di alcune delle stimmate di Giorgio Bongiovanni (protagonista di questo evento) ed avendo potuto accompagnarlo in numerosi dei suoi viaggi, convegni e congressi in vari paesi del mondo, ha saputo chiarire molti aspetti della vita dello stimmatizzato.

Cominciamo dalla giovinezza di Giorgio Bongiovanni, uno dei tanti ragazzi siciliani che frequentavano un famosissimo contattato degli anni ‘60, ‘70 e ’80: Eugenio Siragusa, che riceveva e divulgava a quell’epoca i volumetrici insegnamenti cosmici degli extraterrestri. Vi era a quei tempi una sensibilità molto accentuata attorno alle verità cosmiche che i membri del gruppo vivevano e sentivano in modo molto intenso. Giorgio, in modo particolare, era già allora molto più motivato degli altri, essendo sempre impegnato nell’Opera poiché fin da giovane esprimeva una viva preoccupazione per la sopravvivenza del pianeta e del genere umano, avanzato nella scienza, ma non nella coscienza.

Successivamente Giorgio divenne una persona di successo e fondò la propria azienda di accessori per calzature nelle Marche, in centro Italia. La sua attività imprenditoriale rendeva molto bene, ma lui rimase sempre umile, il denaro che entrava nell’azienda, che lo impegna per moltissime ore, veniva messo a disposizione dell’Opera nel gruppo spirituale, investendolo ad esempio nel materiale che serviva a diffondere i messaggi, come i video e gli opuscoli.

Pochi anni dopo si registrarono nuovi cambiamenti nella vita di Giorgio Bongiovanni, posteriormente alla sua intensa e prospera attività commerciale e alla sua paternità dopo il matrimonio, seguì la prima stimmatizzazione. Ciò accadde a Fatima, in Portogallo, all’età di 26 anni, il 2 di Settembre 1989.

Emmanuel ci ha raccontato come, davanti agli occhi dei suoi genitori (Ramón Mouriño e Giuliana Caglioni), Giorgio ricevette le stimmate alle mani (esistono reportages fotografici in cui si può letteralmente vedere come sui dorsi si aprono delle ferite come se fossero passati dei chiodi) quando si trovava accanto alla grande quercia vicino al Santuario di Fatima, dopo essere caduto in estasi. La Madonna gli era già apparsa qualche mese prima, dicendogli di recarsi a Fatima per dargli un segno che fosse visibile a tutti.

Il Sublime Essere gli domandò se fosse disponibile a portare una parte della sofferenza di suo Figlio. Giorgio accolse l’offerta e vide uscire dal petto della Madre Celeste due fasci di luce che colpirono i palmi delle sue mani. Egli cadde all’indietro. La Vergine gli disse che avrebbe avuto una missione che sarebbe stata quella di annunciare la prossima Venuta di Cristo, di divulgare il terzo segreto di Fatima (fino ad allora occultato dalla Chiesa) e in futuro di smascherare il volto dell’Anticristo.

Da quel momento la vita di Giorgio cambiò per sempre. Le copiose e dolorosissime sanguinazioni avvenivano anche più volte al giorno. Col tempo si formarono altre stimmate in altre parti del corpo: piedi, fronte e costato. In seguito vi furono dei cambiamenti, sia a livello professionale (fu costretto a vendere l’azienda) che a livello personale, poiché Giorgio dovette cominciare a convivere con i segni che portava. Inoltre tutte le sue attività erano sempre condizionate dalle sanguinazioni estremamente dolorose.

Cominciarono anche i viaggi per il mondo. Russia, Africa e Sudamerica furono alcune mete dei viaggi nei quali Emmanuel ebbe l’onore e il privilegio di poterlo accompagnare.

I messaggi che lo stimmatizzato siciliano riceve dal Maestro Gesù contengono elementi tanto semplici quanto rivoluzionari. Essi passano attraverso la Bibbia, l’Opera e altre precedenti comunicazioni di Eugenio Siragusa: la reincarnazione, la vita nell’universo e la presenza sulla Terra degli angeli di ieri, extraterrestri di oggi, che fin dall’antichità ci visitano portandoci un messaggio di pace e un ammonimento severo allo stesso tempo. Le stesse stimmate di Giorgio sono un monito all’umanità che attenta alla vita. Inoltre molto spesso egli anticipa e profetizza avvenimenti naturali, spirituali, sociologici, tecnologici, e politici. Si tratta di alcuni dei segni che mostrano come ci stiamo muovendo verso la “fine dei tempi”. Il Cielo ci manda profeti come Giorgio Bongiovanni per avvertirci con anticipo, prima di riversare la sua Divina Giustizia.

In questo tempo di rivelazioni, segni, messaggi dal Cielo alla Terra e di chiamata all’Amore e presa di coscienza, è necessario comprendere quale posto occupiamo nel mondo e quale atteggiamento dobbiamo adottare se accettiamo la “chiamata”.

Emmanuel ha spiegato in modo chiaro ed esaudiente ad Adrián, come nel nostro gruppo di divulgazione, siamo mossi dalla necessità di essere attivisti impegnati in prima persona in opere sociali per denunciare le ingiustizie. Dobbiamo unirci alla lotta sociale, schierarci dalla parte degli uomini giusti e incarnare ideali di vita che siano in opposizione a ciò che propone questa società nefasta. Sebbene sia uno stimmatizzato, Giorgio Bongiovanni oggi è un giornalista impegnato in prima linea nella lotta contro la mafia, attività che porta avanti instancabilmente da anni. Vivere la Passione di Cristo e le esperienze mistiche non gli impediscono di essere attivista e divulgatore e di dedicare interamente la sua vita al prossimo e alla missione che la Vergine gli affidò a Fatima, trasformando così la spiritualità in un messaggio ideologico e in una lotta politica.

Alla domanda di Adrián Martínez su quale percezione abbia Giorgio di Dio, Emmanuel ha risposto parlando dell’Intelligenza Onnicreante: le galassie, i sistemi solari e quant’altro esiste nell’infinito spazio cosmico sono scaturiti dalla perfettissima ingegneria genetica dell’Intelligenza che presiede il continuo divenire del tutto, Uomo compreso: lo Spirito Santo (vedi messaggio di Eugenio Siragusa del 1986). Tutto avviene attraverso una volontà superiore. Dio si avvale della forza della natura (gli zigos: acqua, terra, aria e fuoco) che reagisce e si difende dalla delirante degenerazione dell’essere umano.

L’intervista è proseguita con esaurienti spiegazioni su vari argomenti affrontati nel corso di questo lungo incontro: religione, dogmi, ufologia contemporanea e geopolitica. Vi invitiamo caldamente ad ascoltare cosa ci ha detto Emmanuel nel podcast “la Noche Infinita” di Adrián Martínez. Lo condividiamo per approfondire, tutto questo fa parte dell’esperienza di Giorgio Bongiovanni e costituisce il messaggio che è nostra reponsabilità diffondere.

Con stima,

Daria Gradella

20 Giugno 2024.

Del Cielo a la Tierra España
Pagina web: www.delcieloalatierra.org
Mail: info@delcieloalatierra.org
Canale YouTube: @delcieloalatierra_esp
Facebook: Del Cielo a la Tierra – España
Instagram: delcieloalatierra_esp
Telefono: 0034 651 024 596

Qui trovi l’articolo originale

Seguici

Sostieni le nostre attività!

Potrebbe interessarti anche

Gli Yanomami

Gli Yanomami

Appunti di un giovane studente: Tra i popoli autoctoni più antichi e più numerosi dell’America Latina ci sono gli indios Yanomami situati tra il...