La natura trina dell’uomo a immagine e somiglianza di Dio
Pubblicato il 6 Aprile 2024
Pubblicato il 6 Aprile 2024

Domanda

Buongiorno, volevo porre una domanda sul corpo astrale e il corpo causale, che voi chiamate anima e spirito…

…la domanda è se l’astrale è eterno, se viene dal sole, e se il causale è eterno e da dove viene, e se è vero che il Sé più profondo è immutabile e oltre l’evoluzione.

Grazie mille per la risposta

Buona giornata 

Filippo

Risposta

Ciao Filippo, la tua domanda è abbastanza complessa ma possiamo sintetizzarla in questo modo, mediante gli insegnamenti che gli Esseri Solari ci hanno lasciato.

L’uomo è la risultante di tre valori dimensionali, diversi l’uno dall’altro, seppur insieme operanti:

  • 1) SPIRITO (intelligenza): è l’uomo reale, eterno ed immutabile;
  • 2) ANIMA (astrale): dinamismo vitale mutevole;
  • 3) CORPO MATERIALE: strumento mutevole coordinato dal dinamismo vitale o psiche, vincolato dalla dimensione spazio-tempo.

 E’ questa la natura trina dell’uomo.

Approfondiamo un po’ di più.

1) Lo spirito è l’intelligenza individuale e scaturisce dall’intelligenza creativa del cosmo. Esso è immortale e immutabile. Coordina, istruisce, determina e produce il processo operativo del corpo astrale con cui è sempre in contatto inseparabile durante il ciclo sperimentativo nelle dimensioni spazio-tempo. Quindi lo spirito intelligenza è la causa di tutto, siamo noi.

2) L’anima, o corpo astrale, scaturisce dalla luce creata dallo spirito creativo del cosmo. Quindi proviene dalle stelle. Essa è immortale come lo spirito, ma è mutevole. Coordina ed istruisce le strutturazioni degli edifici fisici (corpi materiali) e determina la vitalità e i servizi necessari allo spirito. Quindi, lo spirito, durante i cicli di sperimentazione nello spazio tempo, si serve di un corpo astrale.

3) Il corpo materiale è uno strumento mutevole che scaturisce dal corpo astrale a cui è strettamente legato e da cui dipendono il suo dinamismo e la sua vitalità. E’ il corpo astrale infatti a strutturare il corpo fisico. Esso muta solo quando l’astrale si distacca definitivamente per raggiunta sperimentazione dello spirito.

Questa è la sintesi della collaborazione dei tre aspetti mutevoli ed immutabili, ma pur sempre eterni, del manifestato e del creato. In questi tre aspetti, l’uomo è somigliante all’essere macrocosmico (“Siete fatti ad immagine e somiglianza di Dio”). Noi umani siamo come enzimi di una sua macrocosmica cellula. Come è in alto così è in basso. Come è nel grande così è nel piccolo. Come è in Cielo così è in terra. Questa è l’eterna Legge sapienziale.

Tutto è mutevole ed eterno, tranne lo spirito, che è eterno e immutabile. Lo spirito possiamo intenderlo anche come un contenitore/registratore di tutte le esperienze, le quali vanno a riempire il “serbatoio” della coscienza.  

Per vivere tutte le varie esperienze e acquisire conoscenza, lo spirito si serve quindi in primis di un corpo astrale e poi di un corpo materiale. Questi sono vincolati l’un l’altro con un rapporto di causa-effetto, nel senso che lo spirito intelligenza è la causa prima, che scaturisce e coordina il corpo astrale, che a sua volta scaturisce e coordina il corpo materiale.

Ti auguro una buona giornata

Un caro saluto,

Luigi Benedetti

6 aprile 2024

Immagine in evidenza: olio su tela “E lo Spirito di Dio si muoveva sulla faccia delle acque” realizzato dal russo Ivan Konstantinovič Ajvazovskij, 1938.

Seguici

Sostieni le nostre attività!

Potrebbe interessarti anche

Evoluzione e divinità

Evoluzione e divinità

Domanda Ciao, cosa pensano i fratelli delle stelle delle divinità? Grazie. Risposta Grazie per averci scritto. Le divinità non sono altro che esseri...