Il messaggio di Adoniesis, l’immortale
Pubblicato il 23 Febbraio 2024
Pubblicato il 23 Febbraio 2024

Prosegue il tour che Giorgio Bongiovanni sta portando avanti in giro per il mondo per presentare all’umanità che desidera conoscere gli insegnamenti di Dio e del cosmo il volto e la personalità di Adoniesis l’immortale. Questa volta Giorgio si è recato in Argentina, un altro dei luoghi sacri della Galilea dei Gentili dove ad accoglierlo c’erano tanti fratelli spirituali ed amici che seguono con fede e coraggio il messaggio DAL CIELO ALLA TERRA.

In questa occasione Giorgio ha presentato l’immagine di Adoniesis che ha divulgato alcune settimane fa al mondo, una elaborazione grafica del Genio Solare automedonte e guida della comunità giovannea nel mondo.

La presenza costante di Adoniesis negli ultimi mesi ed anni è il segno che il Padre desidera servire Suo Figlio nel mondo e traghettare le anime verso i Suoi insegnamenti.

La triade divina superiore, ovvero il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo, si fa oggi sempre più tangibile tramite l’opera dell’Essere di Luce Adoniesis, un’opera che ci porta ad agire nel mondo. Come Giorgio ha ribadito più volte, non esiste spiritualità senza azione concreta in difesa e a favore della vita.

In questo mondo è tramite la conoscenza e la sperimentazione dei valori che possiamo evolvere. Anche il valore del male è funzionale a questa evoluzione dello spirito richiesta dalla Creazione stessa all’uomo. Un uomo che ha ricevuto la libertà di sperimentare anche il male per ritrovare la sua vera natura divina. Se questa libertà significa perseveranza nel male, allora ecco che nasce l’agire diabolico che oggi purtroppo permea il pianeta.

Ogni apparente imperfezione del gioco divino in realtà rientra nella perfezione della Creazione perché nel tempo ci porta comunque a sperimentare il valore del Bene e a conoscerlo.

‘Ciò che Dio crea non può essere distrutto ma trasformato’ ha affermato Giorgio specificando così che l’agire arimanico dell’uomo porterà l’umanità stessa ad una inevitabile trasformazione ovvero nel decadimento a dimensioni inferiori al fine di apprendere il senso ultimo della vita.

‘Il nostro libero arbitrio si è convertito in una ribellione contro il bene. Dio per misericordia ci manda messaggeri e strumenti ma c’è un limite a tutto questo… Dio ci ha dato la libertà, ma noi non possiamo abusarne come stiamo facendo’, ha proseguito Giorgio evidenziando come il problema dell’umanità della terra sia proprio il reiterare l’errore.

Dio per questo distruggerà il mondo trasformandolo se noi non cambieremo.

‘L’unica opportunità di salvare la vita spirituale per tutti noi è solo dare la faccia per la vita e sostenere gli uomini giusti, aiutare coloro che hanno bisogno e fare la volontà di Dio… La nostra prossima tentazione sarà quella di pensare che nulla cambierà e che tutto il sistema rimarrà così ma questo non è vero!’ ha affermato Giorgio.

‘Se oggi il Padre mostra il suo volto immortale è perché vuole smascherare il potere anticristico. Per questo viaggerò in ogni arca perché voglio tenere uniti tutti voi perché io so cosa accadrà nei prossimi mesi e anni. Abbiamo circa 10 anni in cui accadranno eventi immensi… Posso dare la vita per convincere il capo degli alieni a dare un segno al mondo, quel contatto massivo che è il sogno della mia vita’ così ha concluso l’incontro Giorgio, ricordando a tutti di lottare contro questo sistema imperialista che rappresenta la prosecuzione delle vergogne coloniali che il mondo ha conosciuto e del nazismo stesso, esercitando un potere oppressivo dominato dalla logica di superiorità occidentale che schiacci ancora i popoli. Ne è un esempio palese il genocidio in corso a Gaza che il mondo vive in una indifferenza macchiata del sangue degli innocenti.

Ridestiamoci dall’oblio e andiamo avanti fino alla vittoria di Cristo sul mondo!

Così si è concluso l’incontro che vi invitiamo a vedere.

Con amore,

Francesca Panfili

23 Febbraio 2024

Link video

Seguici

Sostieni le nostre attività!

Potrebbe interessarti anche

I Kogi

I Kogi

Appunti di un giovane studente: I Kogi (o anche kogui, coghiu, koga, kagaba) sono un gruppo etnico della Colombia ( più precisamente della Sierra...