Dario Sanfilippo intervista Giorgio Bongiovanni: la vita, le opere e la fede
Pubblicato il 7 Settembre 2023
Pubblicato il 7 Settembre 2023

Il 2 settembre del 2023 a Catania, in occasione della ricorrenza delle stimmate, Giorgio Bongiovanni è stato intervistato da Dario Sanfilippo con il quale ha parlato della sua vita, dei viaggi e delle opere che ha portato avanti durante gli ultimi 34 anni di cammino spirituale e umano.

Nel corso dell’intervista sono stati molti i temi trattati, alcuni dei quali rappresentano tematiche inedite che lo stimmatizzato di Floridia ha raccontato ai presenti in sala.
Si tratta di dettagli legati alla sua storia di mistico che parte da Fatima il 2 di settembre del 1989 e che prosegue ancora oggi. Una storia fatta di amicizie, viaggi, incontri e soprattutto di insegnamenti e iniziazioni che Giorgio ha ricevuto in primis dal suo padre spirituale, Eugenio Siragusa, più volte ricordato nel corso dell’incontro con Dario Sanfilippo.

Eugenio preparò con il suo Verbo Giorgio ed anche suo fratello Filippo Bongiovanni, scomparso poco meno di un anno fa. Entrambi votarono la loro vita al contattista catanese che li istruì alla divulgazione mondiale del messaggio DAL CIELO ALLA TERRA, che oggi non conosce frontiere. Italia, Spagna, Sud America, Africa, Est Europa, Stati Uniti, Russia, sono tra i luoghi in cui l’appello di salvezza e cambiamento che giunge dagli extraterrestri ha risuonato tramite le parole e la presenza dei due fratelli Bongiovanni che sono rimasti fedeli ai dettami appresi da Eugenio Siragusa.

Nel corso dell’intervista Dario Sanfilippo ha posto a Giorgio anche molte domande che potremmo definire scomode e che spesso, coloro che si avvicinano al messaggio extraterrestre e alla scuola spirituale di Giovanni, si pongono. A questi interrogativi, relativi all’episodio delle stimmate, alla separazione da Eugenio Siragusa, alla diversità di metodologia di diffusione del messaggio extraterrestre con il fratello Filippo, Giorgio ha risposto in modo molto chiaro ed utile anche per chiarire le molte polemiche e i dubbi, suscitati spesso da coloro che si limitano a voler comprendere il messaggio cosmico seduti comodamente sul proprio divano di casa.

Giorgio Bongiovanni ha raccontato la sua storia; una storia fatta di gioie e lacrime, la storia di un essere umano che da 34 anni porta sul suo corpo i segni della crocifissione e della passione di Cristo. Una storia che merita di essere raccontata al mondo e conosciuta, una storia in cui l’umano e il divino hanno interagito fin da subito nella vita di un bambino oggi divenuto uomo maturo all’alba dei suoi 60 anni.

Per questa ragione invitiamo i lettori del sito e gli interessati all’argomento ad ascoltare attentamente quest’intervista carica di testimonianze, immagini e ricordi indelebili che hanno cambiato la vita di tanti spiriti assettati di conoscenza dei mondi divini e pronti ad attuare nella società i messaggi provenienti da coloro che sono gli Angeli di ieri, extraterrestri di oggi.

Buon ascolto!

Francesca Panfili

7 Settembre 2023

Link intervista

Seguici

Sostieni le nostre attività!

Potrebbe interessarti anche

I Kogi

I Kogi

Appunti di un giovane studente: I Kogi (o anche kogui, coghiu, koga, kagaba) sono un gruppo etnico della Colombia ( più precisamente della Sierra...