Fidel Castro, Cuba e gli UFO
Pubblicato il 18 Settembre 2022
Pubblicato il 18 Settembre 2022

DAL CIELO ALLA TERRA

HO SCRITTO IL 18 SETTEMBRE 2022:

SIAMO STATI A CUBA, GRANDE ISOLA, GRANDE POPOLO.
TRA LE RICERCHE E LE INDAGINI GIORNALISTICHE, ABBIAMO INTERVISTATO IL POPOLO, LA GENTE, SULLA VITA POLITICA, ECONOMICA E SPIRITUALE DI QUESTO PAESE. HO RISERVATO UNA SORPRESA AL NOSTRO PUBBLICO SPIRITUALE E AMANTE DEGLI UFO.
VOGLIO PRESENTARE IN QUESTA PAGINA UNO DEI PIÙ GRANDI DOCUMENTI DELLA STORIA: FIDEL CASTRO E GLI UFO.
IL MIO GRANDE AMICO, JORGE MARTIN, UFOLOGO DI PUERTO RICO, MI DIEDE ANNI FA QUESTI DOCUMENTI IMPORTANTI SU CUBA E GLI UFO AI QUALI ALLEGHIAMO LA DOCUMENTAZIONE CHE NOI ABBIAMO RACCOLTO DALLA RUSSIA SULLA VISITA EXTRATERRESTRE.
LEGGETE ATTENTAMENTE. CUBA NON È SOLO DITTATURA COMUNISTA, MA È ANCHE, SOPRATTUTTO, UN POPOLO GRANDE, POPOLO SPIRITUALE, UMANISTA, E POTREBBE ESSERE, SE LE AUTORITÀ ACCETTERANNO NEL FUTURO LA MIA RICHIESTA, UNA DELLE TERRE DOVE ATTERRERANNO LE NAVI EXTRATERRESTRI.
INTANTO LEGGETE QUESTI DOCUMENTI INECCEPIBILI.
IN FEDE
G.B.

PIANETA TERRA

18 Settembre 2022

Rivelazione Esclusiva!

IN UNA BASE RUSSA MOSTRARONO UN’ASTRONAVE EXTRATERRESTRE ED IL CORPO DI UN MEMBRO DELL’EQUIPAGGIO A FIDEL CASTRO

Il 29 Marzo 2012 l’ex Presidente di Cuba, Fidel Castro, ha pubblicato la sua ultima riflessione che ha intitolato “La necessità di arricchire le nostre conoscenze”.

Nello scritto Fidel Castro affronta diversi temi riguardanti i pericoli che minacciano la sopravvivenza dell’umanità. Uno dei principali: la carriera armamentista intrapresa da alcune potenze mondiali. Purtroppo una caratteristica comune ai leader di questo piano di azioni è una grande mancanza di cultura e/o di conoscenza.  
Da quanto precede, il fattore chiave per una maggiore coscienza è acquisire più conoscenza e informazione possibile.
Castro mette sul tavolo alcuni degli attuali problemi geo-politici ma, un po’ a sorpresa, focalizza un altro tema: quello della possibilità di vita extraterrestre nell’Universo che ci circonda.

“Prima della visita del Papa Giovanni Paolo II al nostro paese nel 1998, avevo già conversato in più di un’occasione su diversi argomenti con qualche suo inviato. Ricordo in particolare quando abbiamo cenato insieme in una piccola sala del Palacio de la Revolución con Joaquín Navarro Valls, portavoce del Papa, che era seduto di fronte a me. A destra sedeva un sacerdote gentile ed intelligente che accompagnava il portavoce e Giovanni Paolo II nelle messe.  Per curiosità, chiedo a Navarro Valls ‘Lei crede che l’immenso cielo, con milioni di stelle è stato creato per il piacere degli abitanti della Terra, quando noi ci degniamo di guardare verso l’alto solo qualche notte’?  ‘Assolutamente – mi rispose -. È l’unico pianeta abitato dell’Universo.’  
Mi rivolgo allora al sacerdote e gli dico ‘Cosa ne pensa lei padre’? Mi rispose: ‘A mio giudizio c’è un 99,9% di possibilità che esista la vita intelligente in qualche altro pianeta’! La risposta non violava alcun principio religioso. Mentalmente ho moltiplicato non so quante volte la cifra. Era il tipo di risposta che io consideravo corretta e seria.  
Poi quel nobile sacerdote rimase sempre amico del nostro paese. Per condividere l’amicizia non si devono condividere per forza i credi.  
Oggi, giovedì, come accade sempre più frequentemente, un ente europeo molto accreditato sul tema extraterrestre, si è espresso testualmente: Potrebbero esistere  migliaia di milioni di pianeti non molto più grandi della Terra, secondo il parere di un gruppo internazionale di astronomi e visto che orbitano deboli stelle nella nostra galassia.  
Questo numero stimato di ‘super-Terre’ – pianeti con una massa dieci volte quella della Terra – si basa su scoperte già fatte e poi estrapolate per includere la popolazione delle cosiddette ‘stelle nane’ della Via Lattea.  

Le nostre nuove osservazioni con Harps rivelano che circa il 40% delle stelle nane rosse hanno una ‘super-terra’ che orbita nella sua zona abitabile, dove può esserci acqua allo stato liquido nella superficie del pianeta, ha detto Xabier Bonfills, capo del gruppo dell’Osservatorio di Scienze dell’Universo di Grenoble, Francia.  
Poiché le nane rosse sono molto comuni, (ce ne sono circa 160.000 milioni nella Via lattea) questo ci porta al sorprendente risultato che ci sono decine di milioni di questi pianeti nella nostra galassia.”  

I suoi studi suggeriscono che ci sono ‘super-terre’ in zone abitabili nel 41 % dei casi, con un rango dal 28 al 95 %.  
Il 40 % delle stelle nane rosse hanno un ‘super-terra’ che orbita in zona abitabile, dove può esistere acqua in stato liquido.
Sorge spontanea una domanda: se qualcuno di quei pianeti non solo è abitabile, ma ha vita?  
Queste stelle, però, ricevono eruzioni stellari che possono ‘lavare’ i pianeti vicini con raggi X o radiazioni ultraviolette, questo rende meno probabile l’esistenza di vita.
“Sappiamo come trovare tracce di vita in quei pianeti”, ha detto il ricercatore dell’Osservatorio di Genova, Stephane Udry.  
Se possiamo rilevare tracce di elementi riconducibili alla vita come ossigeno in quella luce, allora potremmo avere indizi sull’esistenza di vita in quel pianeta.  

La semplice lettura di queste notizie dimostra la possibilità e la necessità di arricchire le nostre conoscenze, oggi frammentate o perse.    
Magari possono indurci a questionarci sulla superficialità con la quale affrontiamo questioni sia di carattere culturale che materiale. Io non ho alcun dubbio sul fatto che il nostro mondo cambi molto più velocemente di quanto siamo capaci di immaginare.”  

Fino a qui la Riflessione di Castro, che ci ha aperto la strada per rivelare altri dati di cui eravamo a conoscenza da qualche tempo, ma per diversi motivi non  pubblicati ancora.

Ancora sull’incontro con Giovanni Paolo II… ed una certa Area 51 in Russia

Nel 2002 il noto cinematografo cubano Octavio Cortázar visitò Porto Rico per partecipare al San Juan Cinemafest (festival internazionale di cinema). Essendo a conoscenza del nostro lavoro giornalistico ed esperienza nel campo dell’investigazione Ufo a Porto Rico, contattò i nostri uffici della redazione della rivista Enigmas del Milenio.  
Ci regalò una copia del primo documentario sulla tematica Ufo realizzato a Cuba del quale era stato produttore.  
Il documentario, intitolato “Ufo a Cuba”, è un’eccellente produzione seria e responsabile sull’interessante casistica Ufo nell’isola di Cuba.  
Cortázar era stato Vicepresidente della prestigiosa UNEAC, l’Unione di Scrittori ed Artisti di Cuba, e fondatore della Scuola Internazionale di Cinema e Televisione di Cuba, quindi molto rispettato in campo professionale.  
Durante la conversazione scambiammo dati sulla casistica UFO dei nostri rispettivi paesi, Cuba e Puerto Rico, e ci rivelò qualcosa di molto importante di cui era a conoscenza grazie alla sua posizione di fiducia come dirigente dell’UNEAC.  
Ci segnalò che, oltre all’incontro di Fidel Castro con il portavoce del Vaticano ed altri collaboratori, Castro aveva parlato del tema della vita extraterrestre con lo stesso Papa Giovanni Paolo II quando visitò Cuba nel 1998.    
                          
Secondo Cortázar, Castro chiese a Giovanni Paolo II cosa ne pensasse sulla possibilità che l’uomo non fosse solo nell’Universo, ed il Papa gli avrebbe risposto che la probabilità di vita fuori dalla Terra era una realtà.  
Inoltre colloquiarono su una serie di dati di cui erano a conoscenza, riguardanti i cosiddetti Oggetti Volanti Non Identificati o Ufo.   

BOCETO2
Fidel Castro saluta il Papa Giovanni Paolo II durante la sua visita a Cuba.

Abbiamo intervistato Cortázar per il nostro programma radio trasmesso dal canale Notiuno ‘Evidencia Ufo’, ma senza alludere all’incontro tra Giovanni Paolo II e Fidel Castro e la loro conversazione sulla vita extraterrestre, poiché il documentarista disse che preferiva che fosse proprio Castro a rivelare eventualmente il fatto.
Decidiamo di non pubblicare niente al riguardo fino al momento giusto, ed ora, di fronte alla Riflessione di Castro, ci siamo sentiti liberi di farlo.  
Cosa aveva fatto scaturire l’interesse di Castro per il tema della vita extraterrestre? La risposta giunse da alcune fonti per noi molto attendibili.   
 
In occasione della Fiera del Libro a San Juan, abbiamo presentato il nostro libro ‘Vieques: Polígono del Tercer Tipo.’  
Erano presenti, tra gli altri, gli autori Dr. Juan Mari Brás, riconosciuto leader indipendentista e socialista portoricano, accompagnato dalla Signora Providencia (Pupa) Trabal, anche lei conosciuta e molto rispettata leader indipendentista, persona molto vicina a lui e alla sua famiglia. 

Conversando con lei ci rivelò una serie di esperienze che lei stessa, suoi familiari ed amici, avevano vissuto e che riguardava il fenomeno OVNI/extraterrestre.  
Nel commentare le informazioni contenute nel nostro libro, lei esordì all’improvviso dicendo: “Sai una cosa? Juan Mari ha un’informazione importante avuta personalmente da Fidel Castro.”  
Questa frase attirò la nostra attenzione: forse Fidel Castro le aveva parlato del tema Ufo?

Le autorità Cubane sono state sempre piuttosto restie a fornire informazioni ufficiali sul tema Ufo, e sentire che Fidel Castro personalmente aveva dato informazioni a Juan Mari Brás meritava qualche approfondimento in merito.
Cosa disse Castro a Mari Brás? Abbiamo chiesto alla signora Trabal.
“Bene – rispose – un giorno ci trovavamo a parlare del tema. Non molti erano a conoscenza che a Juan interessava questo argomento e ci raccontò che durante uno degli incontri avuti a Cuba con Fidel Castro, questi gli aveva rivelato un fatto  importante.  
Raccontò che anni prima della caduta dell’Unione Sovietica, Fidel viaggiò in Russia, e le autorità sovietiche lo portarono in una base militare ed in un laboratorio speciale dove gli mostrarono un’astronave, un disco volante che avevano catturato, ed il corpo di un essere extraterrestre alto che indossava un abito, che tenevano chiuso in una scatola speciale.”  

Rispondiamo che si trattava di un’informazione molto importante venuta alla luce per la prima volta, e lei condivide.  
“Ne sono cosciente” – rispose – e Juan non ha mai parlato di questo, forse perché gli era stato trasmesso confidenzialmente, ma rimane il fatto che glielo disse. Abbiamo creduto a Juan, persona di grande integrità e correttezza. Fidel era un suo amico personale e nutriva grande rispetto verso di lui.  
I russi dissero a Castro che sapevano che gli americani avevano un centro di ricerca simile, con navi e corpi di esseri extraterrestri”, disse per concludere la signora Trabal.
Più tardi conversiamo con il Dr. Mari Brás cercando di approfondire quanto ci era stato rivelato sulla sua visita all’Unione Sovietica, la nave extraterrestre ed il corpo dell’essere che aveva visto nella base militare.                          
Non negò l’accaduto, ma si mostrò restìo ad approfondirne.
Dopo la Riflessione di Castro, abbiamo considerato opportuno pubblicare la notizia.

Plesetsk o Kapushtin Yar?

Sorge spontanea una domanda: in quale base militare fu portato Fidel Castro dalle autorità sovietiche, e dove vide l’astronave ed il cadavere dell’extraterrestre?  
Informazioni recenti provenienti da diverse fonti parlano di installazioni tipo Area 51 in Russia, centri segreti di investigazione simili a quelle esistenti in Nevada, Stati Uniti, che sono in possesso di astronavi extraterrestri recuperate e/o catturate, oggetto di studio per riprodurre la loro avanzata tecnologia, ed anche di corpi di esseri extraterrestri conservate in celle-frigorifero speciali, anch’essi oggetto di studio.

Uno dei centri russi che racchiude queste caratteristiche si troverebbe nel campo di Esperimenti Missilistici di Plesetsk, a nord della Rusia  che, ‘coincidenza’, per molti anni è stato  oggetto di una vigilanza persistente da parte di astronavi extraterrestri come risulta in molti documenti ufficiali, fotografie e riprese ottenute dalle autorità militari Russe.   
 
Foto fornita da un agente di sicurezza russo nel poligono e centro di lancio Plesetsk, dove si osservano due ufo di forma discoidale sospesi sul luogo.

BOCETO1

L’altro centro sarebbe la nota base di Kapushtin Yar, nella regione di Zhiktur, in Astrakhán,Volgogrado, dove assicurano ci siano diversi hangar molto grandi con diversi piani sotterranei dove si studia la tecnologia delle astronavi extraterrestri catturate e/o cadute nel territorio dell’ex Unione Sovietica e dell’attuale Confederazione di Stati Indipendenti, e che sono state recuperate dalle forze militari Russe. Sarebbe una specie di Area 51 della Russia.  

Sotto vi mostriamo uno schizzo che riporta dati su alcune astronavi extraterrestri che la Russia possiede in questo centro di ricerca, realizzato da un agente fidato russo, e che fu consegnato al giornalista e ricercatore Ufo italiano Costantino Paglialunga nel 1997.  


Schizzo fornito da un agente fidato russo a Costantino Paglialunga di alcune astronavi extraterrestri oggetto di studio
da parte di scienziati russi a Kapushtin Yar, Zhiktur, Russia.

MAPARUSIA

Mappa della Russia e localizzazione delle basi e poligoni militari di Plesetsk e Kapushtin Yar

È molto probabile che il luogo visitato da Fidel Castro, dove gli fu mostrata l’astronave ed il corpo dell’alieno, fosse precisamente il centro di Kapushtin Yar, ma non si saprà con certezza fino a quando il leader cubano deciderà di parlarne.

Visto che l’ex Presidente Fidel Castro ha aperto la via per un dibattito  sul tema della vita extraterrestre con la sua recente Riflessione, prenderà adesso la decisione di rivelare personalmente quello che sa e che ha potuto constatare personalmente in Russia sulla vita extraterrestre?  
A nostro giudizio, darebbe un grande contributo all’umanità, perché tale conoscenza aiuterebbe ad effettuare un cambiamento nella coscienza collettiva dell’uomo, e forse, grazie a ciò, devieremmo dal cammino verso l’autodistruzione in cui ci troviamo attualmente.

http://jorgemartin-enigmasdelmilenio.blogspot.it/

Jorge Martín

23 Aprile 2012

qui trovi l’articolo originale

Seguici

Sostieni le nostre attività!

Potrebbe interessarti anche

UFO filmato a La Molina (Perù)

UFO filmato a La Molina (Perù)

Un singolare filmato realizzato in Perù dove si vede una formazione di sfere di luce ripresa da due testimoni da due diversi punti della città La...